Diamo di seguito l’elenco sintetico delle principali attività tecniche svolte per lo sviluppo della soluzione, fornendo una visione d’insieme e il percorso logico che ha condotto alla soluzione finale.

Definizione dell’architettura

L’attività è stata prevalentemente finalizzata alla progettazione della piattaforma d’integrazione e al disegno dell’architettura, alla definizione del modello dati e delle sue componenti applicative, delle relazioni tra le componenti.

Analisi dei singoli moduli funzionali

L’attività è stata finalizzata allo studio delle caratteristiche, sia tecniche che funzionali, di ogni singolo modulo verticale, con particolare attenzione alle funzioni e ai dati d’interesse per la Business Intelligence.

Definizione modalità di integrazione

L’attività ha visto la partecipazione di vari attori: sono stati organizzati tavoli di studio separati in base alle funzioni e condivisi con i partner, finalizzati a progettare l’interoperabilità tra i diversi moduli, valutando per ognuno di essi le modalità più adeguate per realizzare l’integrazione con il portale. Il risultato di questa attività ha portato a progettare due differenti modalità di acquisizione dati, sviluppando soluzioni ad hoc in base alle caratteristiche tecniche di ciascun modulo. In particolare, le tipologie di integrazione identificate ed elaborate sono state:   

-          A. Integrazione attraverso lo sviluppo di web service: laddove la presenza di dati grezzi provenienti da sensoristica dedicata così come quella di sistemi di rilevazione ed elaborazione di flussi di dati relativi a processi aziendali complessi (quali pianificazione, produzione, gestione magazzino e trasporti) lo hanno reso possibile ed opportuno, la costruzione di web service dedicati ha la prerogativa di alimentare con cadenza e livello di dettaglio adeguati, le informazioni in ingresso nel portale. Il sistema di alimentazione via web service offre vantaggi strategici per molti dei moduli verticali.

-          B. Importazione una tantum da file di dati storicizzati, prevalentemente in formato CSV (rif. WP11). In questo caso la costruzione di un web service dedicato, avrebbe solo appesantito il sistema di gestione di informazioni, che riguardano periodi di analisi dell’ordine di mesi.

 

Anche se non è da escludere che in futuro l’intera piattaforma venga alimentata da web service, è bene sottolineare come le scelte compiute nel corso del Progetto tendano a rendere il più basso possibile l’impatto dei costi nella gestione ordinaria dei singoli moduli e massimizzare l’efficienza nel raggiungimento di risultati utili.

L’implementazione di modalità di importazione diverse per i vari moduli, è stata una scelta deliberata anche ai fini della dimostrazione dell’elevata flessibilità ed espansibilità che la piattaforma possiede, le quali consentiranno di raggiungere gli obiettivi, anche futuri, descritti nei paragrafi successivi.

Sia i dati importati che ad oggi sono dati storicizzati, che quelli afferenti con continuità alla piattaforma, permettono l’analisi longitudinale (nel tempo) descritta nei paragrafi a seguire.

Specifiche per l’interoperabilità

Sono stati identificati i dati d’interesse da esportare dal singolo modulo funzionale e per ogni modalità sono state dettate le specifiche necessarie per realizzare l’integrazione, in particolare per la realizzazione dell’integrazione di tipo A (Web Service) sono state identificate le modalità di invocazione dei servizi da contattare, mentre per il tipo B è stato concordato il formato di interscambio dati. 

Sviluppo dell’integrazione

E’ stata sviluppata una web application che consente la raccolta centralizzata dei dati dei singoli moduli, secondo le modalità definite e selezionate nelle fase precedenti, in particolare sono stati integrati :

-          Energy Monitoring  (Uffici) via Web Service

-          Energy Monitoring  (Reparti di Produzione) attraverso importazione dei dati  tramite file

-          Scheduling di Filiera (SDF) via Web Service

-          Distributed Transport Planning (DTP) via Web Service

-          Environmental Monitoring (Uffici) via Web Service

-          Environmental Monitoring  (Reparti di Produzione) attraverso importazione dei dati  tramite file

-          eLogistic attraverso importazione dei dati (congiunti a quelli di tracciabilità) tramite file 

Sviluppo della Business Intelligence

Le attività sono state finalizzate allo sviluppo e alla configurazione del motore di business intelligence. Proprio per l’importanza e la strategicità di questa fase del progetto Arianna si è deciso di utilizzare la piattaforma open source Pentaho basata su architetture web (Licenza Pentaho GNU General  Public  License Version 2 (GPLv2)),  in particolare sono stati progettati e realizzati : 

-          il Data Warehouse   

-          il motore OLAP che ha permesso di implementare le funzionalità indispensabili all'analisi multidimensionale dei dati

-          il modulo per la presentazione grafica e web-based dell’analisi multidimensionale , di seguito una rappresentazione:

Identificazione indici di monitoraggio

L’attività ha visto la partecipazione tutti i partners: sono stati organizzati più tavoli di studio in base alle competenze e alle funzionalità esaminate al fine di identificare gli indici da monitorare per ogni modulo. Sulla base delle informazioni rilevanti per la BI e in base alla costruzione del Data Warehouse, è stato costruito un ventaglio di indicatori che potessero costituire il nucleo centrale di analisi di impresa. Per la fase prototipale del progetto sono stati individuati  degli  indicatori (almeno un indice significativo per ogni modulo funzionale) sulla base dei quali costruire un dashboard rappresentativo.

Progettazione e sviluppo del cruscotto

Durante le fasi di progettazione è stato deciso di realizzare un cruscotto che avesse una duplice funzione:

1.      Consentire, in maniera interattiva, di semplificare l’analisi di dati e di rendere immediatamente evidente la presenza di anomalie o inefficienze nell’unità produttiva indagata.

2.      Permettere, una volta effettuata la lettura corretta degli indicatori di analizzare più nel dettaglio l’origine delle anomalie.

La possibilità di una doppia granularità di lettura è stata ottenuta proprio grazie all’integrazione nel portale degli strumenti di analisi multidimensionale visti in precedenza.

Il cruscotto realizzato in Arianna, nella sua forma più sintetica, è composto quindi da una serie di “Semafori”. Tali semafori offrono un rendering grafico immediato (rosso, verde, giallo) e intuitivo al fine monitorare informazioni provenienti da tutti i cinque moduli funzionali.

Il cruscotto permette un’analisi sia longitudinale che scalare. Ogni indice infatti può essere impostato per rappresentare la dimensione dell’impresa in diversi periodi temporali (è possibile impostare la data di inizio e la data di fine del periodo in cui vengono monitorati i valori) e permettendo un range di variabilità differente (la soglia inferiore e la soglia superiore degli indici possono essere modificati in base alle esigenze dell’analisi e dell’impresa).

 

Progettazione e sviluppo del Portale

Nel portale di accesso confluiscono tutte le attività evidenziate in precedenza, oltre a quelle specifiche per la realizzazione del sistema-portale. In particolare le fasi che hanno caratterizzato lo sviluppo del portale sono le seguenti: definizione della parte grafica, progettazione e sviluppo della struttura del sistema portale, integrazione della Business Intelligence, integrazione con i moduli verticali, realizzazione dell’interfaccia che consente all’utente di effettuare l’analisi multidimensionale e di interagire con il semaforo, impostando gli opportuni parametri di monitoraggio (rif. WP10).

Definizione e sviluppo profilazione utente per l’accesso al portale

Nell’ambito del Portale sono state definite e sviluppate le funzionalità che consentono la creazione e gestione degli utenti e l’assegnazione ad essi dei profili applicativi.  

Operatività

Riportiamo un esempio in progress dell’interfaccia realizzata per l’implementazione del cruscotto, in particolare per la presentazione dei primi cinque semafori all’interno del portale:

 

 

JSN Nuru template designed by JoomlaShine.com